Il calcio di strada mette al muro la tua fantasia, costringendoti ad immaginare quello che non riesci a vedere con i tuoi occhi: un campo, una partita, i tuoi avversari. Intorno a te niente linee, porte, bandierine. Nessuno spettatore in tribuna, o arbitro a ricordarti che quello è “rigore netto, è inutile che protesti”. È vero, sembra poco. Sembra difficile. Ma è l’unica cosa che i ragazzi di Nacocli hanno, e quello a loro basta.

Juan Cuadrado su quei ciottoli impolverati ci cresce, rincorrendo un pallone qualsiasi, mille volte al giorno, fino allo sfinimento. Fino a quando l’incantesimo della serenità si frantuma a colpi di fucile esplosi da un gruppo di guerriglieri senza volto. L’odio per la prima volta bussa alla sua porta: Juan viene trascinato via dalla mamma, che lo nasconde sotto il letto. A terra però finisce il padre, colpito a morte dai proietti che schizzano nell’aria. Il bambino che sogna a occhi aperti affronta per la prima volta la realtà che lo circonda.

23dcf5

20 anni dopo quel giorno, Juan Cuadrado non ha più bisogno di immaginare: il suo sogno si è realizzato. Lui è uno di quelli che ce l’hanno fatta. L’Udinese, la Fiorentina, poi il Chelsea, e infine la Juve. Una scalata repentina, che trasforma un timido ragazzo di strada in un idolo,  tassello insostituibile di top team europei e della nazionale Colombiana.

Ma la vita della star non si addice a Juan: perché il suo cuore è ancora lì, riverso sulle strade impolverate di Nacocli, dove non c’è spazio per gli eccessi, la mondanità, la ribalta. Juan si tiene stretto quello che davvero conta per lui: la famiglia e la fede. Questi valori profondi lo spingono a portare sempre con sé il suo passato, gli amici lasciati indietro, le battaglie della sua infanzia. Ed è proprio dalla voglia di non dimenticare la propria comunità che nasce Fundación Juan Cuadrado.

cuadrado-fundacion

Ancora oggi, nell’area di Medellín, tanti giovani vivono ai margini della società, pagando sulla propria pelle il prezzo di una vita che non hanno scelto. Fundación Juan Cuadrado si batte contro l’esclusione, e lo fa utilizzando lo sport e la cultura come strumenti di integrazione. L’accademia di Calcio, L’accademia di Teatro e l’accademia di Leadership: tre percorsi diversi per un progetto benefico a tutto tondo, che aiuta i ragazzi a costruire la loro identità, supportando le famiglie durante la loro crescita.

Grazie al tuo sostegno alla campagna di Juan Cuadrado, aiuterai tanti giovani a guardare al proprio futuro in maniera più serena. Perché ci siano sempre più ragazzi, diventati uomini, pronti a raccontare “sì, ce l’ho fatta”.

0 CommentiChiudi

Lascia un commento

Il Wishraiser Blog è il portale di aggiornamento e approfondimento sul Terzo Settore in Italia. Fa parte di Wishraiser, la piattaforma ideata per aiutare le Organizzazioni Non Profit a raccogliere fondi e trovare nuovi sostenitori regolari. Ogni settimana, tutti i sostenitori che donano tramite Wishraiser hanno l’opportunità di vincere un’esperienza da sogno. Perché donare significa fare del bene ed è giusto che ci sia una ricompensa.
Seguici sui Social Network!

Wishraiser SRL 2022 Via Timavo, 34 – 20124 Milano (MI) – Italy – P.Iva 11064630962